LEJ FERIEHUS I CORI

 

Rocca di Papa

Rocca di Papa giace lungo le pendici esterne Nord-Occidentali del cratere di Albano al centro del vulcano Laziale, su una rupe lavica a picco sulla quale si trova la sommità dell'abitato a 730 mt sull'altezza del livello del mare.Per molti turisti, sia che la si guardi dal basso, sia che la si guardi dall'alto il paese risulta spesso di una bellezza panoramica "mozzafiato".
Infatti il paese si snoda su diversi piani riducendo gradualmente le dimensioni delle sue piazze e delle case man mano che si sale verso l'alto. Nelle trattorie lavorano cuoche di appassionato impegno, legatissime alla tradizione di fare a mano le fettuccine con i funghi porcini dei grandi boschi circostanti.
Rocca di Papa, l'antica città latina di Cabum, di cui poco si sa, era strettamente collegata al Santuario di Giove Laziale del Monte Albano (950 mt), altrimenti detto Monte Cavo che la sovrasta maestosamente.

I primi insediamenti della futura Città di Rocca di Papa nacquero sull'altura sacra "Arx aesulana". Quest'altura, oggi occupata dalla Fortezza, era l'emblema e la potenza della città di Cabum, che si estendeva per i Campi di Annibale ad est dell'Acropoli. Da Cabum prese poi il nome di monte Albano, l'attuale Monte Cavo. Su questo monte sorgeva il tempio di Giove Laziale, dove Latini, Equi e Volsci, si riunivano per pregare e rendere gli auspici a Giove, e per festeggiare l'alleanza raggiunta tra le loro città.Il tempio era anche meta di condottieri vittoriosi, che lo raggiungevano percorrendo la Via Sacra (conservata tuttora in ottimo stato) che parte dalla via Appia Antica inerpicandosi verso il monte. Conobbe il maggiore sfarzo sotto il regno di Tarquinio il Superbo,utilizzato per la religione e per rafforzare l'accordo politico con le 47 città limitrofe.
In seguito ad una battaglia combattuta presso il fiume Stura, la città di Cabum perse ogni potere, e di essa rimase solo l'Arx aesulana. Nei secoli successivi, all'antica Arx, venne dato il nome di "Rocca de Monte Gavo" e di "Castrum de Montis Albani". Il nome Rocca di Papa sarà dato definitivamente in onore del Pontefice Eugenio III, che soggiornò nel posto per sottolineare il fatto che la città era sotto lo Stato Pontificio. Proprio a questo Papa è probabile attribuire la costruzione di un nuovo castello, nato sui resti dell'Arx; e la fortificazione di diverse posizioni strategiche per contrastare i nemici.
La città intanto cresceva grazie all'arrivo dei profughi della disfatta del Tuscolo e, successivamente, dei soldati di Ludovico il Bavaro, che si unirono ai nuclei abitativi originari costituiti da pastori, boscaioli e carbonai.
Seguì un periodo in cui, dopo l'appartenenza al comune di Roma, Rocca di Papa passò nelle mani degli Annibaldi, e in successione, dei Colonna (1426), dei Borgia (1501), e infine nuovamente ai Colonna. Subì varie distruzioni e ricostruzioni fino al 1816, anno in cui passò sotto la giurisdizione dello Stato Pontificio. Nel 1855 i cittadini si ribellarono alle tasse esose imposte dai regnanti e dichiararono il 1° Maggio la Repubblica di Rocca di Papa.
HOME

Vil du vide mere.....  så ring 8643 9000 -eller email@cori.dk

TOP

SITEMAP