LEJ FERIEHUS I CORI

 

Castel Gandolfo


Castel Gandolfo er en fortryllende lille by med sin placering højt over Albanersøen. Området har altid været et yndet sted for villabebyggelse og afslapning i den friske bjergluft, men er i dag især kendt for at huse Pavens sommerresidens, hvor han opholder sig hvert år i sommermånederne. Parken til det pavelige palads strækker sig helt ned Albano. Inde i parken findes monumenter, prydhaver og Domitians pragtvilla, der sidenhen tilhørte Savelli-familien indtil den blev købt af Clemens VIII:

I Castel Gandolfo bør man se den centrale piazza med kirken San Tommaso da Villanova af Bernini, der har udsmykninger af Pietro da Cortona, en perle skabt af to af barokkens romerske mestre. På pladsen kan man desuden se fontænen, der ligeledes er tegnet af Bernini. Bag kirken findes en ”belvedere” med udsigt over søen dybt nede.

Albanersøen, omgivet af grønne bjerge, er af vulkansk oprindelse. Ved søbredden, langs vejen, der fører rundt om søen, findes emissariet, hvis konstruktion ifølge legenden skyldes et svar fra oraklet i Delfi. Ved emissariet ses indgangen til tunnellen, bygget 398-397 fvt. af romerne, der under krigen mod Veji havde fået som svar fra oraklet, at sejren kun ville komme dem i hænde, hvis søens vande nåede havet. Det er en storslået konstruktion, 1800 m lang og 128 m under vulkankraterets rand. Tæt ved emissariet findes Bergantini nymfehelligdommen, der hørte til Domitians villa. På den modsatte bred findes en langt ældre nymfehelligdom, ”Ninfeo Dorico,” der kan dateres til første halvdel af 1. årh. fvt.

Incantevole cittadina per la sua posizione a picco sul lago, Castel Gandolfo da sempre è meta preferita per la villeggiatura dei pellegrini: infatti è nota a tutto il mondo, soprattutto ai cattolici, perchè ha il privilegio di ospitare ogni anno il Santo Padre che si trasferisce nelle ville pontificie da luglio a settembre.Nel periodo in cui il Papa vive a Castelgandolfo è possibile respirare un'atmosfera mistica, estremamente suggestiva. Il Palazzo papale si estende, con i suoi giardini, fino alla città di Albano. All'interno di esso ci sono monumenti, giardini artistici e le rovine della sontuosa villa di Domiziano, che appartenne alla famiglia dei Savelli e venne poi acquistata ed ampliata da Papa Clemente VIII.
Da visitare: la piazza centrale con la chiesa di "San Tommaso da Villanova"; le opere del Bernini e i dipinti di Pietro da Cortona, rappresentanti dell'architettura barocca nel mondo romano. Si può ammirare inoltre l'elegante fontana, anch'essa opera del Bernini. Ai piedi del paese, immerso nel verde, si apre il lago di Albano, di origine vulcanica. La costruzione dell'emissario del lago è legata secondo la tradizione al responso dell'oracolo di delfi. Di questo emissario è visibile l'ingresso della galleria lungo la circonvallazione che corre intorno allo specchio lacustre, realizzata tra il 398 e il 397 a.C. Ai romani, impegnati nella dura guerra contro Veio, Il Dio avrebbe predetto che "la vittoria sarebbe arrivata solo nel caso in cui le acque del lago fossero arrivate al mare". Si tratta di una grandiosa opera per lunghezza di circa 1800 metri, realizzata 128 metri sotto il livello del cratere dell'antico vulcano.
In prossimità dell'emissario, il ninfeo del Bergantino, appartenente alla villa di Domiziano.
Sulla riva opposta si trovano invece i resti del ninfeo Dorico databile probabilmente alla prima metà del I sec. A.C.

Incantevole cittadina per la sua posizione a picco sul lago, Castel Gandolfo da sempre è meta preferita per la villeggiatura dei pellegrini: infatti è nota a tutto il mondo, soprattutto ai cattolici, perchè ha il privilegio di ospitare ogni anno il Santo Padre che si trasferisce nelle ville pontificie da luglio a settembre.Nel periodo in cui il Papa vive a Castelgandolfo è possibile respirare un'atmosfera mistica, estremamente suggestiva. Il Palazzo papale si estende, con i suoi giardini, fino alla città di Albano. All'interno di esso ci sono monumenti, giardini artistici e le rovine della sontuosa villa di Domiziano, che appartenne alla famiglia dei Savelli e venne poi acquistata ed ampliata da Papa Clemente VIII.

Da visitare: la piazza centrale con la chiesa di "San Tommaso da Villanova"; le opere del Bernini e i dipinti di Pietro da Cortona, rappresentanti dell'architettura barocca nel mondo romano. Si può ammirare inoltre l'elegante fontana, anch'essa opera del Bernini. Ai piedi del paese, immerso nel verde, si apre il lago di Albano, di origine vulcanica. La costruzione dell'emissario del lago è legata secondo la tradizione al responso dell'oracolo di delfi. Di questo emissario è visibile l'ingresso della galleria lungo la circonvallazione che corre intorno allo specchio lacustre, realizzata tra il 398 e il 397 a.C. Ai romani, impegnati nella dura guerra contro Veio, Il Dio avrebbe predetto che "la vittoria sarebbe arrivata solo nel caso in cui le acque del lago fossero arrivate al mare". Si tratta di una grandiosa opera per lunghezza di circa 1800 metri, realizzata 128 metri sotto il livello del cratere dell'antico vulcano.

 
HOME

Vil du vide mere.....  så ring 8643 9000 -eller email@cori.dk

TOP

SITEMAP